top of page
  • Immagine del redattoreOstetriche Elisa e Marta

Ludovica


Cara L. tutte le storie di nascita sono speciali ma questo racconto racchiude qualcosa di davvero grande, il senso profondo e l’unione del mio lavoro come ostetrica e come infermiera, il filo sottile, le connessioni che uniscono lo STARE ACCANTO agli estremi della vita.

Quando ho accolto la tua mamma per la prima volta in studio e i nostri sguardi si sono incrociati ci siamo rese conto che non era la prima volta che ci ritrovavamo nella stessa stanza. Ci eravamo già incontrate in un tempo passato, lontano soprattutto per le circostanze. Il cerchio della vita: le connessioni che si creano, mai per caso.

Sarà per questo, sarà perchè la tua mamma e il tuo papà volevano essere non solo partecipi ma soprattutto protagonisti del cammino verso la tua nascita che si è creata subito una bellissima relazione di cura. Incontro dopo incontro abbiamo imparato a conoscere i tuoi genitori e il nido d’amore che stavano costruendo per te!

Attenti ad ogni dettaglio, desiderosi di risposte alle tante domande, meticolosi in ogni scelta.

Il tuo papà custode del vostro bene, guida sicura e compagno attento e sempre presente per voi.

Profondamente uniti tra loro e in connessione con te hanno atteso la tua nascita.

Ti sei fatta attendere giusto qualche giorno in più e poi con decisione hai mandato segnali chiari: eri pronta per venire al mondo! Le onde del travaglio si sono mostrate, la tua mamma e il tuo papà uniti anche in questa fase, l’amore in ogni dove le ha trasformate presto in onde regolari che la tua mamma ha saputo accogliere e gestire con grande apertura. Il ritmo e l’intensità delle doglie ci hanno portato in poco tempo a spostarci verso il luogo in cui sarebbe avvenuto il vostro primo abbraccio.

Nelle ore successive i tuoi genitori sono stati messi alla prova, il tempo che sembrava potesse essere rapido d’un tratto si è dilatato, si sono mostrate delle sfide inaspettate. È soprattutto in questi momenti che serve far emergere il bagaglio di risorse costruito durante la gravidanza ed è quello che è successo: i tuoi genitori hanno reagito con forza e consapevolezza e ti hanno poi accolta con infinito amore negli occhi.


La vita che restituisce meraviglia e bellezza, che cura e lenisce il dolore e dimostra che vi è un senso profondo da custodire.

Una grande gioia e onore potervi stare accanto.


5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Amelia

Federico

Matilde

bottom of page