• Ostetriche Elisa e Marta

Enea

Io e la tua mamma ci siamo conosciute quando ancora faceva freddo, mi ha accolto nella vostra casa. Durante il nostro primo incontro mi ha raccontato il suo percorso fino a quel momento, i vostri primi impegnativi mesi insieme, mi ha anche confidato il suo grande desiderio: riuscire a vivere la gravidanza e la tua nascita in modo più sereno, pensandovi non come spesso venivate descritti durante le visite e i tanti controlli, non solo numeri e curve, incremento o non incremento di peso, utero soffice o contratto ma semplicemente e naturalmente come mamma che nasce e bimbo che cresce e si prepara a venire al mondo.

Piccolo E. devi sapere che la tua mamma è una forza della natura, una guerriera! Ha affrontato mille prove, sfide, momenti bui e difficili, attese, tanti controlli ma nonostante tutto ha lottato con tutta se stessa per cercare di vivere l’attesa portandoti energia positiva e fiducia. Ha vissuto a fondo, affrontando i suoi dolori, li ha attraversati e ogni volta ha portato con se risorse nuove, energia e consapevolezze, convinzioni sempre più profonde. A un certo punto la tua casa utero si è espansa, al massimo dell’accoglienza, sempre meno onde e contrazioni di chiusura. Avete scelto e dimostrato giorno dopo giorno che nonostante tutto stava andando tutto bene, che la fisiologia e la forza della natura della nascita possono vincere su tutto! Avete vissuto in completa simbiosi le ultime settimane, finalmente più spensierati e leggeri!!

Accanto a voi sempre il tuo papà. Presenza silenziosa e attenta, vi ha sempre voluto proteggere, ha affrontato tante sfide anche lui nello starvi accanto maturando convinzioni e consapevolezze che forse mai avrebbe immaginato! Caro E. è incredibile quante cose hai fatto fare ai tuoi genitori quando ancora eri nella pancia!!

…Quando le onde quelle vere del travaglio si sono fatte sentire erano pronti: entrambi hanno accolto i segnali della tua nascita con serenità e grande preparazione!

Nelle ore a seguire ancora tante sfide… come a voler testare ancora una volta la vostra resistenza il travaglio si è dimostrato molto impegnativo, lungo… mancavano ancora alcuni passi, dovevi prepararti completamente per la tua nascita… Ma per fortuna i tuoi genitori nei mesi precedenti hanno messo da parte tutte le risorse e fino all’ultimo le hanno sfoderate… e così sei arrivato al mondo dolce Enea, i tuoi genitori (e anche la tua ostetrica) senza parole di fronte a tanta meraviglia🌷



0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Ludovico

Emilia

Vera