MOXA

per il rivolgimento del bimbo podalico

In prossimità del termine di gravidanza la maggior parte dei bambini si trova in presentazione cefalica, cioè nella posizione più favorevole per il parto vaginale: con la testa rivolta verso il basso ed il sedere in alto. La postura del feto è influenzata da fattori di tipo fisico, psichico e relazionale, che in circa il 3-4% dei casi lo portano a posizionarsi in presentazione podalica (cioè con la testa in su ed il sedere verso il basso) poco prima del parto.

La percentuale di bambini in presentazione podalica, però, è più elevata ad epoche gestazionali inferiori: il 7% a a 32 settimane di gravidanza ed il 25% a 28 settimane di gravidanza o meno (Gray & Shanahan, 2018); questo significa che se sei già nel terzo trimestre di gravidanza ed il tuo bambino è podalico, in realtà ha ancora tutto il tempo e lo spazio per girarsi, soprattutto se hai già avuto altre gravidanze!

Generalmente in Italia, se il bambino rimane podalico, la modalità più sicura per nascere per mamma e bambino è rappresentata dal taglio cesareo programmato; tuttavia, prima di rassegnarti all'intervento chirurgico, puoi tentare il metodo della MOXIBUSTIONE (scorri la pagina per informazioni aggiuntive).

QUANDO INIZIARE? Non prima della 33ma settimana di gravidanza

QUANTE VOLTE? Tutti i giorni, per almeno 7-10 giorni

COME? La consulenza dell'ostetrica prevede 1-2 incontri durante i quali si insegna alla donna/coppia la tecnica, il trattamento giornaliero potrà essere eseguito in autonomia presso il proprio domicilio (o eseguito dall'ostetrica se la donna/coppia lo desidera)

DOVE? Al tuo domicilio o presso lo studio Maia

Per saperne di più...

La moxibustione (o moxa) è un'antica terapia cinese che consiste nell'applicazione di calore in punti precisi del corpo. Il calore è una tecnica utilizzata di frequente nella cultura occidentale, ma spesso viene applicato in ampie aree corporee (basti pensare alle borse d'acqua calda); la tradizione cinese, invece, insegna che il l calore è molto più efficace se emanato da una piccola, ma intensa, fonte ed applicato ad un'area ridotta della superficie corporea. Per questo motivo la moxa si attua avvicinando un sigaro composto da Artemisia (incandescente irradia calore a 500-600°C) a punti specifici utilizzati in agopuntura: in particolare, per aiutare il rivolgimento del feto, si andrà a scaldare il punto zhiyin, appartenente al meridiano della Vescica.

"Questo trattamento ha una casistica molto favorevole, e la spiegazione poetica di una scoperta certamente empirica è la seguente: un feto che fluttua in posizione anomala nel liquido amniotico prima del parto, che comincerà con la perdita delle acque, è considerato nella medicina cinese come una disarmonia dei Fluidi. Da qui la necessità di tonificare la Vescica, organo deputato al governo dei Fluidi del corpo, agendo sul suo meridiano."