Autopalpazione del seno

L’esame periodico del proprio seno permette di imparare a conoscerne l’aspetto normale e di notare qualsiasi cambiamento rispetto alla fisionomia di base.

Certamente, in un’epoca in cui la mammografia e talvolta l’ecografia mammaria consentono di rivelare tumori di pochi millimetri, non si può parlare di diagnosi precoce: la sola autopalpazione non basta, tuttavia è bene evidenziare che, eseguita correttamente e regolarmente, questa tecnica può aiutare a ridurre il rischio di diagnosticare un tumore del seno in fase avanzata.

 

Quando?

  • A partire dai 20 anni di età

  • Una volta al mese, una settimana dopo la fine del ciclo (poiché questa è la fase in cui il seno è meno dolente e turgido)se si è

  • In gravidanza o in menopausa, il momento in cui eseguirlo è indifferente

Rilevata la presenza di segnali chiaramente differenti dalle condizioni usuali, sarà allora opportuno sottoporsi a una visita senologica.

(Fondazione Umberto Veronesi)

 

©2020 di Maia - Studio di Arte Ostetrica.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now